Tempo di lettura: 3 minuti

San Michele di Serino (Av) – Sotto la pioggia battente l’Asd Cesare Ventura s’impone di forza sulla Virtus Avellino per 2 a 1 nello scontro tra le prime due forze del girone C. Due a uno il risultato finale, sicuramente bugiardo per le occasione costruite dai gialloblù, padroni del gioco ma che hanno subito forse più del dovuto la forza fisica degli avversari che hanno fatto di tutto per provare sgambettare la capolista.

Partita vera, maschia, combattuta su ogni pallone, con continui capovolgimenti di fronte. Avvio di marca avellinese, quando nei primissimi minuti la squadra di casa ha provato a sorprendere gli avversari con un atteggiamento aggressivo in ogni zona del campo e palla lunga verso gli avanti. Ma è bastato poco ai gialloblù per prendere le misure agli avversari e, alla prima vera azione costruita sull’out desto, la Cesare Ventura è passata: azione in velocità dell’esterno Christian Mulè e filtrante perfetto per Paolo Cagnale che, appena in area, non ha lasciato scampo al pipelet avversario, per l’1-0. Tanta Cesare Ventura, nel gioco, e poca Virtus Avellino, che ha giocato molto sui nervi. Tiri in porta e azioni goal nessuna per i padroni di casa, se non qualche mischia scaturita da palla inattiva. E così il raddoppio è stato quasi la logica conseguenza di quanto visto sul campo. Calcio di punizione per gli ospiti, un pallone deviato in area è arrivato ancora sui piedi di Cagnale, che non ci ha pensato su e ha realizzato la rete del 2-0.

La seconda frazione si è aperta con la Virtus Avellino alla spasmodica ricerca della rete, ma la Cesare Ventura ha mantenuto calma e freddezza ed ogni volta che ha potuto è ripartita con contropiedi veloci che solo la grande imprecisione degli avanti ha vanificato. Partita spezzettata, qualche intervento duro di troppo e il signor Meoli ha faticato e non poco a tenere le redini della gara. Ma i gialloblù di fatto hanno rischiato poco o nulla. La rete per i biancoverdi che ha accorciato le distanze (1-2) è arrivata praticamente allo scadere, su topica della retroguardia della Cesare Ventura. Poi, il triplice fischio a sancire la vittoria dei sanniti.

Partita non bellissima, la posta in palio molto alta e qualche parola di troppo dalla panchina di casa ha innescato anche una serie di battibecchi con gli ospiti che, fortunatamente, sono terminati con la chiusura della contesa. Tre punti pesanti per l’Asd Cesare Ventura che ha ripreso a correre dopo il pari dell’ultima gara casalinga. Il campionato è ancora molto lungo, ma i gialloblù di Giuseppe Lepore sanno bene di poterselo giocare con chiunque.

Settima giornata del campionato U.17, girone C

Usd Virtus Avellino – Asd Cesare Ventura 1-2

Usd Virtus Avellino: Bove; Lombardi, De Stefano, Diana, Napodano, Senatore, De Maio, Candela, Vaio, Erra, Sarro. A disp.: Modica, Guerriero, Pulzone, Tozza, De Cesare, Califano, De Angelis, Villaricca, Spiezia. All.: Roberto Filarmonico

Asd Cesare Ventura (4-2-3-1): D’Andrea; Pizzi, Soricelli, Schettini, Luongo; Delli Carri, Tretola; Sapio, Castiello, Mulé; Cagnale. A disp.: Mazzeo, Manuzzi, Di Monti, Foria, Monteforte, Bianco. All. Giuseppe Lepore

Reti: 2 Cagnale (CV)

Arbitro: sig. Marco Meoli