- Pubblicità -
Tempo di lettura: 2 minuti

Domani, 20 ottobre 2023, si svolgerà a Benevento, presso la sede di Palazzo De Simone del Dipartimento DEMM dell’Università degli Studi del Sannio, l’incontro di studi annuale del Comitato dei Giovani costituzionalisti (Cgc) dell’Associazione “Gruppo di Pisa”, dedicato al tema “La riforma del precariato universitario: spunti di riflessione di diritto costituzionale”.

L’incontro, che vedrà la partecipazione di autorevoli relatori e relatrici provenienti da diverse università italiane, intende approfondire la tematica della recente riforma del reclutamento universitario, con particolare attenzione alla categorie “precarie” del mondo della ricerca accademica.

Si tratta di un tema “trasversale”, che si presta ad essere esaminato sotto più profili di interesse – non solo pubblicistici – ma anche lavoristici e privatistici. L’incontro di studi intende, in particolare, soffermarsi sugli aspetti costituzionalistici della riforma operata con il d.l. n. 36/2022, indagare l’impatto che questa ha avuto su libertà e diritti costituzionalmente sanciti. Pertanto, premesso l’inquadramento generale della riforma, anche all’interno del più ampio contesto delle riforme “storiche” del reclutamento, si valuterà l’aspetto formale dell’intervento normativo sul piano della tecnica delle fonti, per poi passare ad un esame dei profili concernenti i principi fondamentali – su tutti, quello di eguaglianza – nonché su diritti e libertà connesse alla ricerca: intesa essa come “lavoro”, ovvero in combinato con la libertà di insegnamento.

Non sarà omessa una indagine comparatistica sul reclutamento universitario in altri ordinamenti, affini o meno al nostro.

Il taglio prescelto è espressione del contesto in cui l’evento proposto si colloca, nell’ambito delle attività organizzate dal Comitato dei Giovani Costituzionalisti dell’Associazione Gruppo di Pisa, che da diversi anni costituisce una rete ampiamente diffusa nella comunità degli studiosi del diritto pubblico e costituzionale e che, negli anni più recenti, intende maggiormente lo scambio di idee tra giovani studiosi, anche con convegni di rilievo nazionale con quello in oggetto.