Tempo di lettura: 4 minuti

Telese Terme (Bn) – Il mondo dello sport si è fermato, il coronavirus non ha concesso sconti e a pagarne le conseguenze, sono stati i tanti ragazzini che avevano in questo sport, la valvola di sfogo e l’ambiente adatto per il proprio percorso di crescita. Lentamente, però, si deve tornare alla normalità. Di sicuro è ancora presto per pensare di indossare nuovamente la divisa e tornare in campo, ma intanto si può andare avanti nel percorso educativo che ogni scuola calcio deve porsi come obiettivo. Per questo, va segnalato assolutamente il messaggio della Scuola Calcio Valle Telesina, affidato al proprio canale facebook.

D: Avete dato un segnale forte, un appello ai ragazzi Telesini sull’uso della mascherina

È un nostro dovere nei confronti dei tanti ragazzi che frequentano o hanno frequentato la nostra Associazione, molte volte i giovani per il carattere ribelle che caratterizza la loro età, sfidano i genitori, mentre ascoltano i consigli di un professore, una maestra o un semplice istruttore sportivo

D: Non dovrebbero essere le Istituzioni a suggerire ed istruire i giovani?

Nel nostro piccolo, essendo presenti nel territorio Telesino dal 1989, diciamo che possiamo rientrare all’interno di un discorso di Istituzione Cittadina, molti genitori di oggi sono stati atleti della nostra Associazione, ci hanno contatto in tanti, e ringraziato dopo il nostro messaggio rivolto ai ragazzi.
Non è facile riuscire ad entrare nelle “grazie” dei ragazzi di oggi, certamente andava illustrato a tutti i minorenni da parte degli organi preposti, come affrontare la cosiddetta Fase 2, dall’utilizzo della mascherina, a tutti gli altri punti essenziali per cercare di tornare alla normalità”

D: Scuole chiuse, associazioni sportive chiuse, corsi di musica chiusi, laboratori di lingue chiusi. Un momento davvero difficile per i giovani.

Momento che resterà impresso in ogni ragazzo di oggi; la socializzazione è pane quotidiano per loro, appunto per questo, invece di accusarli di gesti sbagliati, bisogna cercare di aiutarli nella comprensione delle giuste regole da adottare, noi associazioni, la scuola e chi ricopre ruoli pubblici, abbiamo l’obbligo di informare e stimolare i ragazzi per consentire a piccoli gesti, un ritorno alla normalità”

D: Per i vostri ragazzi, il ritorno alla normalità e rincorrere un pallone su un prato verde.

Purtroppo ad oggi Telese Terme è priva di un Campo Sportivo, un nota dolente per una cittadina di 8000 abitanti, forse un caso raro in Italia.
Certamente saremo pronti a ripartire presso le strutture private e i campi sportivi dei paesi limitrofi.
A Telese abbiamo un grande cuore pulsante di Sport, associazioni che rappresentano lo sport cittadino: Tennis, Pallavolo, Basket, Calcio, Judo, Bocciofila, Calcio a 5, Rugby, tra cui alcune di loro decenni di storia, ma nello stesso tempo abbiamo una carenza forte di strutture, forse la più forte a livello di provincia.
Lo Sport è un tassello importante del mondo di oggi, speriamo che la rinascita del dopo Covid-19, riparta con la consapevolezza che il mondo di domani ha bisogno di quei ragazzi di tutte le Associazioni cittadine, dando a loro la giusta opportunità, forse il futuro sarà più roseo”.

D: Da parte vostra, nonostante le carenze,rappresentate la provincia sannita, nel mondo delle Scuole Calcio Èlite Italiane.

Ad oggi siamo l’unica ASD della provincia di Benevento ad avere questo grado, è in possesso anche del Benevento Calcio, ma loro sono Professionisti.
È il grado più alto di Scuola Calcio, che con tanti sacrifici da parte dei nostri tecnici, dirigenti, atleti, continuiamo a riceverlo dal 2010.
La Figc si trova in un momento storico fondamentale, è il momento di fare cambiamenti, l’esclusiva Scuola Calcio deve appartenere solo a chi fa enormi sacrifici economici per ottemperare agli obblighi assicurativi, di iscrizioni, tesseramenti, campionati, ci sono molte realtà che si spacciano per Scuole Calcio sotto altri Enti di Promozione Sportiva per lucrare, fortunatamente questo stop, sta facendo venire alla luce tutto questo marcio intorno alle Scuole Calcio”.