Tempo di lettura: 1 minuto

Al tribunale di Benevento nuova udienza, questa mattina, sulla vicenda Asea. In discussione, si ricorderà,  la legittimità della procedura che determinò la decadenza – e il mancato reintegro nelle funzioni – di Alfredo Cataudo dalla carica di presidente dell’Azienda Speciale della provincia di Benevento impegnata nel campo dell’Energia e dell’Ambiente.

Parliamo del processo a carico di Franco Nardone, all’epoca dei fatti segretario generale della Provincia di Benevento, accusato di abuso di ufficio.

Ascoltato oggi, come teste della difesa, il deputato del Partito Democratico Umberto Del Basso De Caro. L’esponente Dem ha spiegato di non essersi mai interessato della vicenda in discussione e di non essersi mai confrontato, neanche telefonicamente, con Cataudo, di cui nemmeno ha registrato il numero nella rubrica telefonica.

Franco Nardone, da parte sua, ha rinunciato alla deposizione. Ascoltato, infine, sempre per la difesa, l’avvocato Felice Laudadio, il legale che ha rappresentato la Provincia nella controversia con Cataudo.

La prossima udienza è in calendario per il 21 aprile, subito dopo arriverà la sentenza.