Tempo di lettura: 2 minuti

Vicenza – Al termine della gara con il Benevento, decisa al 95′ da un colpo di testa di Barba, il presidente del Vicenza, Stefano Rosso, ha voluto esternare tutta la propria delusione. Il numero uno biancorosso, così come fatto dal tecnico Cristian Brocchi, mette nel mirino la direzione di gara di Paolo Valeri e la decisione di allungare a cinque i minuti di recupero, dopo averne assegnati tre.

“Abbiamo fatto quello che potevamo con una squadra in forte difficoltà a livello numerico. Una grande prestazione nonostante i due gol presi”, ha analizzato nel post partita Stefano Rosso, prima di giudicare l’operato del direttore di gara, “quest’anno il livello degli arbitri con noi è molto, molto basso. Sono arrabbiato perché c’era una punizione per noi non fischiata, c’è stata la volontà di fischiare più da una parte che dall’altra. Ancora una volta gli arbitri devono fare un mea culpa. Se non vinciamo evidentemente qualche limite lo abbiamo e dobbiamo lavorare per migliorare, ma sicuramente ci faremo sentire perché questa è una presa per i fondelli. Capita sempre ai danni del Vicenza. Cuore e passione ci sono stati anche stasera. Il Vicenza e questa società lotteranno fino alla fine e non molleremo un centimetro”.