Tempo di lettura: 2 minuti

“La riapertura del parco della prestigiosa Villa dei Papi potrebbe essere un segnale di speranza per il rilancio della struttura. Ci auguriamo, tuttavia, che non costituisca esclusivamente una tappa del “giro turistico” della campagna elettorale organizzato per coprire le innegabili carenze amministrative dell’intera consiliatura o una ulteriore illusione creata dalle sempreverdi giostrine itineranti, da Piazza Castello a Pacevecchia”.

Comincia così la prima nota stampa di Rosetta De Stasio, candidata sindaco di una fetta consistente del centrodestra alle prossime amministrative di Benevento.

“Dopo il critico periodo della pandemia – prosegue l’avvocatessa beneventana – far tornare a sorridere grandi e piccini e spingerli alla vita sana all’aperto è senza dubbio importante. Ricordiamo però che Villa dei Papi è stato sinonimo di cultura, sviluppo e programmazione in quest’area del Meridione d’Italia, ad esempio attraverso l’insediamento nel 2003 dell’ISFOL (Ente di ricerca creato per occuparsi dei temi della formazione professionale dei lavoratori) voluto dal Governo Berlusconi con il Ministro Maroni, ed attraverso l’organizzazione di numerosi convegni anche internazionali e corsi professionali. Sotto il Governo Renzi la speranza veniva spenta anche a discapito dei dipendenti che si occupavano egregiamente della sede beneventana”.

Eppure – ricorda la De Stasio, le promesse non mancarono: “Il comune non può continuare a distrarsi rispetto alla sottrazione costante perpetrata ai danni della nostra popolazione. Il prossimo Sindaco dovrà non solo amministrare la città ma difenderla autorevolmente in ogni sede; io lo farò!” tuonò l’attuale Sindaco Mastella. Al suo “impegno” si aggiungeva quello del sottosegretario DEM dell’epoca Del Basso De Caro: “Voglio rassicurare tutti che mi faccio carico, fin da adesso, di fare le opportune verifiche presso la presidenza del Consiglio dei ministri e presso il ministero del Lavoro sulla questione ISFOL e, nel caso, di chiedere le opportune garanzie affinché il futuro INAPP (che sostituì l’ISFOL) conservi una sede per il Sud a Benevento”.
“Tra i nostri obiettivi – conclude Rosetta De Stasio – primeggia quello di restituire alla Città il suo ruolo e la sua dignità e l’utilizzazione di Villa dei Papi anche per la sua naturale
vocazione, ne costituirà senz’altro un aspetto importante”.