Tempo di lettura: 3 minuti

Le ufficialità sono giunte nel corso della nottata quando un segno di spunta è comparso accanto ai nomi dei candidati. Ma già non era più tempo di sorprese. E dunque: la nuova delegazione parlamentare sannita conterà tre senatori e due deputati.

A palazzo Madama siederanno due grilline, Danila De Lucia e Sabrina Ricciardi, e Sandra Lonardo. Quest’ultima risulta eletta per Forza Italia in due collegi ma non più a Napoli come pure si era ipotizzato in un primo momento. Il quarto seggio senatoriale per Fi è infatti scattato a Campania 3 (Portici, Torre del Greco, Salerno, Battipaglia) dove lady Mastella era seconda in lista alle spalle di Luigi Cesaro. Con ogni probabilità, però, il seggio della sua elezione – una combinazione automatica e non più una scelta dell’eletto – resterà quello di Benevento-Avellino-Caserta. Fosse confermato, Lonardo lascerebbe campo a Vincenzo Carbone e non a Claudio Lotito che concluderebbe la sua prima esperienza politica da primo dei non eletti.

Quanto alla seconda senatrice grillina, vicino a Sabrina Ricciardi non troverete ancora la spunta ‘eletta’ ma solo perché il sistema conta ancora la capolista Vilma Moronese che di seggi però ne ha conquistati due: a scattare per legge sarà quello conquistato nel collegio maggioritario Aversa-Caserta.

Il quadro degli eletti nel collegio plurinominale che comprende anche Benevento dunque è il seguente:

Movimento Cinque Stelle: Agostino Santillo, Sabrina Ricciardi;

Forza Italia: Alessandra Lonardo

Lega: Claudio Barbaro

Partito Democrativo: Valeria Fedeli                 

Gli altri due parlamentari sanniti prenderanno posto a palazzo Montecitorio. I nomi sono quelli di Angela Ianaro, che per il Movimento Cinque Stelle ha vinto il collegio di Benevento, e di Umberto Del Basso De Caro, capolista per il Partito Democratico nel proporzionale Irpinia-Sannio.

Sempre attraverso i listini del proporzionale staccano il ‘pass’ per Roma anche tre irpini: i grillini Carlo Sibilia e Maria Pallini e l’esponente di Forza Italia Cosimo Sibilia.

Risulta ancora non attribuito il quinto seggio dove segnalavamo ieri un testa a testa tra la leghista Giuseppina Castliello e il sindaco di Mercogliano Massimiliano Carullo (Fratelli d’Italia).

Infine, il seggio di Sibilia per Fi è quello che sarebbe spettato a Nunzia De Girolamo (prima dei non eletti in questo collegio) senza lo ‘scherzetto’ consumatosi poche ore prima della presentazione delle liste.

La politica beneventana, dunque, anche dopo la ripartizione dei seggi effettuata dal Viminale resta fuori dal Parlamento. I tre seggi assegnati aa Forza Italia in Emilia sono stati conquistati da Galeazzo Bignami (Emilia 1), Vittorio Sgarbi (Emilia 2) e Michaela Biancofiore (Emilia 4). L’unico collegio della circoscrizione emiliana che non ha attribuito alcun seggio ai berlusconiani è proprio quello che vedeva capolista la De Girolamo, Emilia 3.

Eletto, invece, in Puglia, suo marito Francesco Boccia.