Viola: “Ko bugiardo, se questo è il Benevento ci divertiremo”

Tempo di lettura: 2 minuti

Benevento – Tante giocate preziose ma purtroppo nessun punto portato a casa. Nicolas Viola prova a commentare a caldo il ko del Vigorito contro il Palermo. Di seguito le sue dichiarazioni rilasciate in mixed zone. 

Maturità – “Usciamo dal campo consapevoli di aver fatto una prova matura, se siamo questi ci sarà da divertirsi da qui alla fine della stagione. Sono sicuro che possiamo fare bene. Questa sconfitta non deve buttarci giù, Brignoli è stato insuperabile. Se gli ho detto qualcosa? Spero di non incontrarlo… (ride ndr.)”

Analisi –  “Abbiamo iniziato bene, tenendo in mano il gioco e sfiorando il vantaggio più volte. Dopo il loro uno a zero la partita è cambiata, ma siamo stati però sempre in partita, loro hanno avuto anche paura nel finale che potessimo fare il 2-2. Siamo una squadra viva, lo abbiamo dimostrato e dobbiamo continuare così. Sicuramente aver preso gol sul finale di frazione è stato molto pesante”

Prestazione – “Oggi non ha prevalso il bel gioco ma noi c’eravamo con la testa e lo abbiamo dimostrato. Potevamo benissimo ottenere un risultato positivo e addirittura vincerla, è un vero peccato”

Arbitro – “Non parlo mai degli arbitri perché fanno un lavoro difficile, ma sicuramente stasera ci sarebbe stato qualcosa da rivedere”

Futuro – “Noi siamo obbligati a crederci fino alla fine, ci sono ancora tanti punti a disposizione. Possiamo e vogliamo vincerle tutte, se non ci riusciamo ci proveremo per i play off. Abbiamo tanta fiducia”. 

Play off – “Ho fatto i play off parecchie volte, non c’è una squadra favorita o sfavorita. La posizione è importantissima perché ti consente di godere sia del fattore campo che di due risultati su tre a disposizione. Se play off saranno, ci giocheremo le partite in maniera secca”. 

Stato d’animo – “C’è rammarico perché questa gara ci dà consapevolezza di quelli che siamo, è un peccato aver trovato questa convinzione troppo tardi, ma i segnali positivi ci sono e dobbiamo tenerceli tutti sapendoli cogliere”.