Tempo di lettura: 4 minuti

San Salvatore Telesino (Bn) – Federica Matrullo è il primo acquisto della nuova stagione dell’Olimpia Volley San Salvatore Telesino. Un vero e proprio colpo di mercato per la società del presidente Antonio Campanile che aveva già riconfermato alcune atlete e lo staff tecnico con coach Francesco Eliseo e del prof. Paolo Della Volpe. Atleta giovane ma con tantissima esperienza. Nell’ultima stagione ha indossato la casacca del Castellana Grotte in B1, mentre dal 2016 al 2019 ha vissuto da protagonista tre stagioni tra le fila della Pallavolo Teatina CH in B2, conquistando la promozione nel campionato 2018/2019.
L’arrivo di Federica Matrullo, schiacchatrice classe 1994, va a rinforzare notevolemente il reparto avanzato dell’Olimpia che con i 1.84cm dell’atleta – nata a Caserta ma vive a Formia da sempre – acquista una vera e propria “bocca di fuoco”. Tra le sue caratteristiche principali la fisicità e la forza nel fondamentale d’attacco, forza che si tramuta anche in grinta sul parquet e voglia di combattere palla dopo palla. Da oggi, l’Olimpia ha il suo guerriero e sarà lei a portare la maglietta numero 10. 

Ciao Federica e ben arrivata in casa Energa Olimpia. Cosa ti aspetti da questa nuova avventura?
– “Quest’avventura è particolarmente attesa visto la sospensione delle attività agonistiche da sei mesi a questa parte. Una pausa necessaria che mi porta a fantasticare su ciò che sarà la stagione che sta per iniziare”.

Sei giovanissima ma già con tanta esperienza sulle spalle. Con quali stimoli giungi a San Salvatore?
– “Arrivo a San salvatore con la carica e la motivazione alle stelle! Ho tanta voglia di lavorare e di migliorarmi per raccogliere i frutti di tale impegno”.

La trattativa per portarti in giallonero si è chiusa in poche battute. Cosa ti ha convinto a sposare il progetto?
– “È la prima volta che a fine maggio mi trovo ad aver già concluso la trattativa, ma stavolta era inevitabile vista la presenza di coach Eliseo, un allenatore con la A maiuscola! Avrà molto lavoro da fare con me perché non ho limiti di orario in palestra per lavorare sui miei difetti rendendoli pregi”.

Raccontaci un po’ di te. Che tipo di giocatrice sei?
– “Sono una giocatrice che ha bisogno di sentire la fiducia del mister e della squadra per rendere al meglio, e sto lavorando su me stessa per tirar fuori ancora di più l’aggressività necessaria in campo per ‘mangiare’ le avversarie”.

A breve conoscerai le tue nuove compagne e tutto l’ambiente. Una prima impressione?
– “Non vedo l’ora di conoscere tutte le mie nuove compagne di squadra, sperando di condividere insieme un’annata vincente. Per quanto riguarda l’ambiente non ho dubbi, il calore con cui mi hanno accolta non può che farmi ben sperare. Inoltre io, essendo nata a Caserta, so quanto siano di cuore i campani”.

Quanta voglia hai di tornare ad allenarti e di scendere in campo? Hai già avuto modo di conoscere qualche aspetto tecnico dell’Olimpia?
– “Ho molta voglia di tornare in campo ma soprattutto sono curiosa di vedere se sarò ancora in grado di colpire la palla al volo dopo tutto questi mesi di stop. A parte gli scherzi, voglio davvero riprendere ad allenarmi e realizzare concretamente ciò che il mister sta progrettando per noi, questo gioco veloce che ho potuto vedere in qualche video della scorsa stagione, e che mi intriga molto”.

Cosa vuoi dire ai tifosi?
– “Ai tifosi dell olimpia volley vorrei dire che noi giocheremo per loro e avremo bisogno di sentirli in campo con noi. Vorrei concludere dicendo che da oggi l’olimpia acquista due tifosi da caserta, i miei nonni”.

L’arrivo di Federica è stato fortemente voluto – spiega il direttore sportivo Ernesto Avitabilesi tratta di un’atleta fortissima, un vero bomber di razza. Nonostante l’età giovanissima ha sulle spalle già diverse esperienze importanti ed a Chieti ha vinto un campionato di B2 con conseguente promozione. Federica è stata sempre una prima scelta e siam contenti che abbia accettato subito la nostra proposta. Voglio darle il benevenuto a San Salvatore e ci auguriamo di tagliarme insieme traguardi prestigiosi”.