Tempo di lettura: 3 minuti

Benevento – Un derby amaro per l’Energa Olimpia San Salvatore Telesino che nella sesta giornata del campionato di SerieB2 inciampa a Benevento contro una Contrader Volare che, invece, mette tanto cuore e tanta grinta e riesce a conquistare i primi punti del suo campionato. Una sconfitta senza attenuanti per l’Energa che gioca male e sbaglia tanto. Eppure, le telesine non erano partite male. Poi, complici alcuni errori soprattutto in fase di ricezione, regala punti preziosi alle avversarie. Eliseo corre ai ripari ed avvia una serie di cambi. La scossa c’è e le telesine tentano la rimonta che però si infrange sul 25 a 22 per le padroni di casa. 

Il secondo set parte con l’Olimpia subito avanti. Black out totale per la Contrader che rispetto al set precedente fa diversi passi indietro. L’Olimpia sbaglia pochissimo nei fondamentali, Lamparelli e Kostadinova non falliscono e le telesine portano a casa il pareggio dei set con il punteggio di 18 a 25. 

Nel terzo set l’Olimpia è costretta subito a rincorrere. Raggiunto il pari sul 12-12 si gioca punto a punto fino alla fine. Le padroni di casa nel finale di set hanno la meglio, 25 a 23 il parziale, e conquistano il primo punto della loro stagione. 

Coach Eliseo prova a scuotere le sue atlete e crede nella rimonta ma anche il quarto set, sulla falsariga dei precedenti vede le telesine sempre rincorrere le avversarie che offrono una buona difesa ed un buon muro. L’Olimpia non riesce ad esprimersi sui suoi soliti livelli ed incappa nella prima sconfitta della stagione. La Volare vince il derby e conquista i primi tre punti del suo torneo. Il set si chiude 25 a 21 per le beneventane. 

A parlare, è il ds Ernesto Avitabile: “Siamo dispiaciuti per il risultato ma nello sport non si può sempre vincere. Va detta però una cosa: non eravamo fenomeni prima e non siamo brocchi ora ma una buona squadra con una buona classifica. Quello che dobbiamo fare è guardarci negli occhi, ragionare, rivedere gli errori commessi e provare a non commetterli nuovamente. Ora non resta che rimboccarci le maniche e lavorare sperando che quanto accaduto non abbia ripercussioni sul prosieguo del torneo”. 

Ad esprimersi, anche il presidente Antonio Campanile: “Sconfitta amara, non per il risultato ma per il modo in cui è arrivata. Non siamo riusciti a produrre il nostro solito gioco e non siamo riusciti a mettere in campo la solita grinta e concentrazione. Non facciamo drammi ma qualcosa che non va c’è e dobbiamo lavorare per tornare ai nostri livelli. Dobbiamo sentirci tutti responsabili di quanto accaduto oggi: società, staff tecnico e atlete. Già da ieri ci siamo ritrovati in palestra per analizzare quanto accaduto sabato sera e per allenarci al meglio e preparare la prossima gara. Faccio i complimenti alla Contrader Volare per la grande prestazione offerta e per il prosieguo del torneo”.