Tempo di lettura: < 1 minuto

Caserta – Continuano ad indignare e preoccupare le condizioni di degrado in cui versa il Sito Borbonico di San Leucio. Carrellate fotografiche che residenti e turisti postano quotidianamente sui social e sulla pagina dell’associazione “I Borghi del Belvedere” per segnalare la pericolosità di manufatti ridotti alla fatiscenza dall’incuria di Comune di Caserta e Soprintendenza, enti preposti alla salvaguardia del bene a tutela Unesco dal 2009.

L’ultimo scatto immortala l’arco borbonico di accesso al borgo, lì dove svetta lo scudo reale e i leoni marmorei posti a guardia della “Real Colonia”. Un simbolo di forza e sicurezza che oggi testimonia esattamente il contrario: pericolo crolli e incertezza di sopravvivenza al tempo e all’indifferenza. Preoccupa l’evidente deterioramento dell’arco attraversato quotidianamente da pedoni, automobili e pullman turistici (in barba ai divieti di accesso), almeno quanto indigna la disattenzione riservata ad un tesoro del territorio attenzionato solo per parate di facciata e proclami programmatici del politicume di turno.