- Pubblicità -
Tempo di lettura: 2 minuti

I Carabinieri del Nor – Sezione Operativa della Compagnia di Marcianise, coadiuvati dalla Sezione Operativa della Compagnia di Seregno, in provincia di Monza, nell’ambito delle indagini condotte dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico di tre persone, tutte incensurate, ritenute responsabili di tentato omicidio, lesioni personali e porto di armi od oggetti atti ad offendere, aggravati dalla premeditazione, dai futili motivi, dal numero dei partecipanti e dall’aver determinato a consumare i reati un minorenne.

Le condotte contestate si sono consumate a Marcianise, durante il primo pomeriggio del 22 novembre 2023, nei pressi dell’Istituto scolastico superiore “G.B. Novelli”. In particolare, gli indagati, insieme ad altri due, già destinatari nell’immediatezza dei fatti di una misura precautelare, per futili motivi legati a un movente passionale, avrebbero realizzato un’aggressione ai danni di un ragazzo di 16 anni, che veniva colpito con più coltellate, di cui una alla regione scapolare sinistra. Il ragazzino se la cavò con una prognosi superiore ai 30 giorni.

Il provvedimento è scaturito da una complessa attività investigativa incentrata su articolate attività tecniche e riscontri tradizionali, che consentivano di accertare indubbi e gravi indizi di colpevolezza a carico degli indagati, tradotti presso le case circondariali di Santa Maria Capua Vetere e Monza.