Tempo di lettura: 2 minuti

Ad annunciare la sua candidatura alle prossime elezioni per il rinnovo del Consiglio Provinciale di Caserta è proprio lui, Angelo Barretta sindaco di Cellole.

E lo farà a sostegno del candidato della coalizione di centrosinistra alla Presidenza della Provincia Carlo Marino, sindaco di Caserta.

“Credo che la proposta politica del sindaco di Caserta sia forte, importante nonché l’unica in grado di rilanciare l’intero territorio provinciale – scrive in una nota Barretta – Assieme a Carlo e con il sostegno del consigliere regionale Luigi Bosco sono certo che otterremo risultati più che soddisfacenti”.

E il sindaco di Caserta ringrazia per la fiducia concessagli sia dall’amico Barretta che dal consigliere regionale Bosco: “Ringrazio l’amico Angelo Barretta che ha deciso di far parte di un progetto ambizioso per la tutela e la valorizzazione della Provincia di Caserta. Un grazie particolare all’onorevole Luigi Bosco e a Campania Libera, che da oltre un anno sostengono lealmente l’Amministrazione a Caserta e che da questo momento lo faranno con tutti i loro consiglieri nei vari Comuni in questa competizione provinciale. Insieme all’intera coalizione di centrosinistra e a tanti amministratori capaci come Angelo riusciremo a centrare l’obiettivo di far risalire la china ad un territorio meraviglioso quale la provincia di Caserta”.

Quali saranno le strategie di partito decise per la prossima tornata elettorale erano già state chiarite dal senatore Franco Mirabelli, commissario provinciale del Pd, a margine di una riunione del Pd Caserta sulle elezioni provinciali.

“Il PD casertano presenterà per il consiglio provinciale due liste di candidati divise territorialmente – ha annunciato Mirabelli – sulla base dei collegi della camera ma entrambe del partito. L’impegno comune, emerso oggi nella riunione dei rappresentanti istituzionali  del Pd è quello di costruire e sostenere insieme quelle liste e non altre, con l’impegno a candidare amministratori iscritti al Pd o che comunque che nelle diverse realtà condividono la collocazione del Pd. Quindi nessun trasversalismo. Insieme ai criteri per le liste abbiamo ribadito il pieno sostegno a Carlo Marino che rappresenta quel centrosinistra largo che già governa in regione”.