Tempo di lettura: 3 minuti

Capua (Ce) – I militari della CasermaSalomone”, nella giornata di ieri 22 aprile, hanno donato generi alimentari e beni di prima necessità alla Caritas capuana. Fonte della notizia il Comando DivisioneAcqui”. Nell’alveo d’una vasta ed ammirevole formula, “Esercito e solidarietà”, è venuta così a confermarsi la scia di interventi integrativi dei prioritari compiti d’Istituto che la Forza Armata italiana di terra aveva già da tempo implementato nella città federiciana.

Basti pensare alla generosa e solerte attenzione educativa sprigionata senza soluzione di continuità, a favore di scolari e studenti campani, dal generale di Brigata Giuseppe Faraglia (per lungo tempo al vertice del Centro Addestramento Volontari dell’E.I.) e alle più recenti attività di beneficenza (“La Befana con l’Esercito Italiano” nel gennaio scorso e in febbraio la massiccia donazione volontaria di sangue, a favore dell’ADMO e della Fondazione “L.Ciambrone”, per la guarigione dalla Thalassemia) messe a segno dal 17° RAV “Acqui” al comando del colonnello Giuseppe Zizzari. Pressanti attualmente i bisogni di aiuto da fronteggiare in conseguenza delle pesantissime ricadute economiche e finanziarie della gigantesca pandemia da coronavirus, solleciti i segnali di disponibilità  – a ridurre la sofferenza delle fasce sociali meno abbienti – che giungono da diverse parti e che vedono l’Esercito Italiano in prima fila.

Dunque, è avvenuta presso la sede della Caritas Diocesana del Comune di Capua, la consegna dei generi alimentari e dei beni di prima necessità donati dal personale dell’Esercito effettivo ai Comandi dislocati nella CasermaOreste Salomone”. L’iniziativa, che ha visto la grande partecipazione dei militari appartenenti al Comando Divisione “Acqui”, al 17° Reggimento Addestramento Volontari “Acqui” ed al Reparto Comando e Supporti Tattici “Acqui”, ha permesso di raccogliere più di 3 tonnellate di derrate alimentari non deperibili ed altri prodotti di prima necessità che saranno distribuiti da subito ai più bisognosi.    

Con questo significativo gesto, il personale militare e civile della Caserma “Salomone” ha voluto manifestare la propria solidarietà alla comunità capuana, fornendo un contributo teso ad alleviare le difficoltà di quelle famiglie maggiormente colpite dagli effetti negativi dell’emergenza COVID 19. Al riguardo, il Sindaco di Capua Arch. Luca Branco ha ringraziato i presenti ed ha espresso il suo plauso al personale della Caserma “Salomone” per aver confermato con questa iniziativa il forte senso di vicinanza alla comunità locale.  

Sin dal mese di gennaio l’Esercito e le altre Forze Armate sono costantemente impegnate a concorrere con tutte le energie, nell’ambito del Sistema Paese, per fornire ogni giorno risposte concrete ad una emergenza sanitaria che ha purtroppo colpito le abitudini e gli stili di vita delle famiglie di una intera Nazione.

Va da sé che le nostre FF.AA. non soltanto sul territorio italiano, ma anche all’estero, vanno distinguendosi e ricevendo costanti apprezzamenti per l’impegno umanitario e civile: si tratta di contributi talora macroscopici a vantaggio della qualità della vita e della difesa dei fondamentali princìpi costituzionali e dei beni supremi della salute e della pace.