Tempo di lettura: 2 minuti

Capua (Ce) – “La Conferenza degli Uccelli” è lo spettacolo in programma al teatro Ricciardi per venerdì 28 febbraio, con inizio alle ore 20,30. Si tratta del penultimo segmento, per questa stagione, della rassegna “Venerdì…fra Storia e Letteratura” che fa capo alla direzione artistica dell’avveduto Ferdinando Troiano. Regia firmata da Anna Redi, anche interprete in tandem con Tommaso De Santis. Accompagnamento al pianoforte di Flavia Salemme che esegue musiche di Tito Rinesi.
Intrigante la batteria di domande estrapolate dalle note di regìa: “Cosa è la nostra originalità? La nostra natura? Possiamo portare la nostra essenza o il modo di danzare vicino al volo? Può il canto armonico del gruppo evocare uno stormo che cambia le traiettorie seguendo leggi invisibili?“. Di questi interrogativi si comprende il senso tenendo conto che l’adattamento riprende un racconto del XIII secolo di ambientazione mediorientale e del quale sono protagonisti uccelli che intraprendono “un viaggio iniziatico alla ricerca del proprio sé più profondo”, ma soltanto una minima schiera di essi “sopravvive agli ostacoli”. Se, inoltre, si considera che i volatili simboleggiano vari tipi umani e che un’upupa egemone si rivolge agli spettatori, così coinvolgendoli di fatto nell’ardito viaggio, allora appare chiaro che in fondo il nucleo della rappresentazione consiste in una “forte” esplorazione: “l’essere umano che si pone di fronte a se stesso”.
La versione proposta al pubblico del Ricciardi deriva da un più vasto allestimento messo in atto, nell’estate di due anni fa, nell’ambito del Napoli Teatro Festival, impiegando la riduzione teatrale del predetto racconto scritta da Jean-Claude Carrière, per la regìa della stessa Anna Redi. Costo biglietto 15 euro.