Tempo di lettura: 2 minuti

Caserta –  La classifica 2017 sulla qualità della vita stilata da Il Sole 24 ore colloca Terra di Lavoro all’ultimo posto tra le 110 province italiane indagate secondo sei macro aree e 42 indicatori  di vivibilità.

Due posizioni in meno rispetto alla classifica stilata dalla rivista economica lo scorso anno, che quest’anno consegna il triste primato ai 104 comuni della provincia di Caserta in base a “ricchezza e consumi”, “lavoro e innovazione”, “ambiente e servizi”, “demografia e società”, “giustizia e sicurezza” e “cultura e tempo libero”.

La 28^ edizione dell’indagine annuale de Il Sole 24 ore ha inserito quest’anno alcuni indicatori nuovi come acquisti online, gap retributivo di genere, spesa in farmaci, consumo di suolo, anni di studio degli over 25 e indice della litigiosità nei tribunali. E anche su questi ultimi la provincia di Caserta fa il tonfo.

Entrando nello specifico delle macro aree, la provincia di Caserta si attesta al 110 posto, ossia l’ultimo, nel settore “ricchezza e consumi” dove spicca all’ultimo posto per acquisti online, alla posizione 105 per acquisto di beni durevoli, e alla posizione 104 per Prodotto Interno Lordo (Pil) pro capite.

Posizione 107 nel totale di settore “giustizia e sicurezza”  dove spicca alla posizione 108 per rapine ogni 100 mila abitanti, per cause pendenti da oltre tre anni,  e alla posizione 105 per furti in abitazioni e furti d’auto.

Posizione 101 nella macro area “lavoro e innovazione” dove precipita alla posizione 108 per tasso di occupazione su un totale di popolazione di età compresa tra i 15 e i 64 anni.

Posizione numero 100 nel totale dei settori “ambiente e servizi” e “cultura e tempo libero”  dove si attesta alla posizione 109 per spesa sociale pro capite degli Enti Locali per minori, disabili e anziani, alla posizione 106 per spesa viaggiatori stranieri, alla posizione 103 per indice di sportività e alle 101 per ecosistema urbano secondo gli indici di Legambiente.

Infine, nel settore “demografia e società” la provincia di Caserta appare alla posizione 63 della classifica italiana, anche se con un dettaglio che la vede alla posizione 101 per acquisizione di cittadinanza per stranieri residenti, e all’80esima posizione per laureati nelle province di residenza di età  compresa tra i 25 e i 30 anni.