Tempo di lettura: < 1 minuto

Ha aggredito a coltellate, durante un acceso diverbio, l’amico che aveva ospitato a cena nella sua dimora estiva, uccidendolo. La tragedia è avvenuta la notte scorsa a Castel Volturno (Ce).

Il responsabile, un 43enne incensurato, ha confessato il delitto al sostituto procuratore di Santa Maria Capua Vetere Simona Faga, ed è finito in carcere con l’accusa di omicidio. Nei suoi confronti c’era un elemento schiacciante: la sua auto era stata immortalata dalle telecamere di videosorveglianza della clinica Pineta Grande mentre scaricava la vittima dell’aggressione, il 37enne Augusto Grillo di Giugliano in Campania, al pronto soccorso.

I carabinieri hanno visionato le immagini individuando la targa risalendo al proprietario, appunto il 43enne, che messo alle strette, alla fine ha ammesso tutto. I carabinieri hanno poi ritrovato e sequestrato l’arma usata, un coltello da cucina: era poggiato sul tavolo sotto il patio del giardino dell’abitazione.