Tempo di lettura: 3 minuti

Caserta – Un’alleanza tra liste civiche con l’obiettivo di sostenere al ballottaggio, attraverso l’apparentamento, il candidato sindaco Carlo Marino e poi entrare in maggioranza garantendo una sorta di sostegno condizionato all’attuazione di alcuni punti programmatici. È la proposta lanciata dal Csa Ex Canapificio Caserta, nota associazione del capoluogo che si occupa di migranti e servizi ai cittadini, e che in queste elezioni ha espresso due candidati consiglieri – Virginia Crovella e Vincenzo Fiano – nella lista Caserta Decide del candidato sindaco Raffaele Giovine (quinto al primo turno con l’8% delle preferenze); una lista nata da poco tempo ma che ha raccolto oltre 2 mila preferenze, con in particolare i due candidati Crovella e Fiano che hanno ottenuto una buona performance, risultando i più votati della lista (464 voti la prima, 387 Fiano).

La proposta più incisiva – si legge nell’appello del centro sociale Ex Canapificio – è quella di un , Romolo . Pio . Entriamo in maggioranza, sulla base di chiari a cui va collegato “. Del Gaudio, candidato a capo di una coalizione civica ma di provenienza centrodestra è giunto terzo al primo turno con il 12%, Vignola, candidato civico di centrosinistra quarto con il 10%. “Pensiamo che anche solo Vignola e Giovine, che rappresentano il 18% – prosegue l’appello – possano indicare due assessorati, da affidare ad un professionista, anche non organico alla lista, con esperienza amministrativa. Se i punti e il cronoprogramma dovessero venire traditi, immediatamente i consiglieri escono dalla maggioranza e vanno all’opposizione“.

Tra i punti di programma ritenuti prioritari vi è l’approvazione del piano urbanistico comunale con la specifica dell’area ex Macrico inedificabile, l’attivazione dei progetti di utilità collettiva con i percettori del reddito di cittadinanza, la valorizzazione del progetto Piedibus (l’accompagnamento a piedi a scuola di bimbi da parte di volontari perlopiù immigrati del progetto Sprar) con e la destinazione di almeno il 25% delle multe alla manutenzione dei percorsi pedonali Piedibus. Stasera Giovine e i suoi candidati si riuniranno in un’assemblea pubblica a Villa Giaquinto per decidere come muoversi. Ieri intanto un’altra associazione, l’Arci è intervenuta con un appello per “perché tutti i cittadini casertani si rechino alle urne a sostegno di Carlo Marino”, e scongiurare il pericolo che, in caso di elezione di Zinzi, vadano al governo della città la Lega e Fratelli d’Italia. “Le forze democratiche, antifasciste e antirazziste di questa città – dice l’Arci – non possono tirarsi indietro di fronte al rischio di portare questi partiti al governo“.