Tempo di lettura: 2 minuti
La Giunta Comunale di Aversa ha sottoscritto la “Carta Metropolitana dell’Elettromobilità”, un documento fortemente condiviso da tutti i consiglieri comunali.
 
In questo contesto l’Amministrazione intende sviluppare politiche sul territorio che possano dare un contributo reale alla riduzione dell’inquinamento nella nostra aree urbana. L’obiettivo è di sviluppare, con le altre città che hanno sottoscritto la “Carta Metropolitana dell’Elettromobilità” (ad oggi più di 130), un percorso di condivisione aperto e costruttivo, per dare vita a una “rete” di Comuni attenti alla salute dei propri cittadini.
 
La “Carta Metropolitana dell’Elettromobilità” individua cinque linee di intervento per la diffusione della mobilità elettrica in ambito urbano offrire al consumatore valide motivazioni per il cambiamento culturale; accelerare lo sviluppo di una rete di ricarica accessibile al pubblico;  ampliare la possibilità di ricarica negli immobili residenziali e aziendali;  dare un forte impulso allo sharing (Bici/Auto/Moto) con mezzi elettrici; stimolare l’introduzione di mezzi elettrici nei segmenti di mobilità con maggior efficacia e praticabilità.
 
I progressi recenti prospettano già a breve veicoli elettrici sempre più performanti, che delineano nuovi scenari di mobilità in grado di migliorare la qualità dell’aria, abbattendo le emissioni inquinanti, le emissioni climalteranti, favorendo l’efficienza energetica, l’utilizzo delle fonti energetiche rinnovabili e riducendo le importazioni di combustibili fossili.
 
L’adesione rientra negli obiettivi del Sindaco Alfonso Golia di realizzare una serie di azioni, di breve e lungo periodo, capaci di costruire un modello di mobilità sostenibile per la città con la partecipazione dei cittadini, dei soggetti pubblici e privati presenti sul territorio e anche dei comuni contermini, in cui rientra  il recente Studio per il BiciPlan della Città.