Tempo di lettura: 2 minuti

Caserta – Dalla nuova stazione ferroviaria alla riqualificazione dell’area dismessa dell’ex scalo merci, dalla realizzazione del terminal bus agli interventi sugli assi viari più importanti: è così che il Comune di Caserta vuole cambiare volto alla città rendendola funzionale alla Reggia Vanvitelliana. Un progetto ambizioso contenuto nel Masterplan della “Riqualificazione della città funzionale al Complesso vanvitelliano della Reggia e del sistema cinematico”, approvato dalla giunta comunale guidata da Carlo Marino su proposta del vicesindaco con delega ai lavori Pubblici Francesco De Michele. L’obiettivo è creare attorno al monumento patrimonio dell’Unesco un sistema integrato di trasporti e servizi con poli di eccellenza, come il Belvedere di San Leucio, pensato come  Polo della Cultura, l’area della ex Saint Gobain come Polo per i Servizi, la zona del Policlinico come Polo della Sanità, l’ex convento di Sant’Agostino come Polo ella Modernità artistica. “Il Masterplan approvato oggi è un documento fondamentale per la pianificazione dello sviluppo della grande area intorno la Reggia perché – ha spiegato il sindaco Carlo Marinoottimizza gli obiettivi dell’Amministrazione calibrandoli con le indicazioni dei futuri scenari emerse dalla Conferenza dei Servizi alla quale hanno partecipato tutti gli enti e le società interessate al programma di valorizzazione. I diversi progetti di intervento potranno ora procedere indipendentemente e le opere potranno essere realizzate in maniera autonoma in funzione delle risorse via via disponibili. Il Masterplan – ha aggiunto il sindaco – si integra perfettamente con il nostro Documento di Orientamento Strategico nel quale abbiamo immaginato una Caserta con tanti poli d’eccellenza“.