Tempo di lettura: < 1 minuto

Caserta – Sono stati quasi 400 i servizi di pattuglia svolti tra il 4 e il 9 maggio, tra Napoli e Caserta, dai soldati del raggruppamento “Campania” dell’Esercito Italiano impegnati nell’operazione “Strade Sicure”; si tratta di controlli di “primo e secondo livello”, cioè operati h24 da pattuglie dall’Esercito ovvero da pattuglie miste con il supporto  delle polizie locali o dei presidi territoriali dei Carabinieri, che si aggiungono ai settimanali  Action Day,  secondo la programmazione definita dall’Incaricato per il contrasto del fenomeno dei roghi nella regione Campania nell’ambito della Cabina di regia della “Terra dei Fuochi” (con il coordinamento delle Prefetture di Napoli e Caserta). I servizi di pattugliamento hanno portato alla scoperta e al sequestro di un sito di rifiuti abbandonati. Sono state inoltre identificate 641 persone, di cui 2 denunciate e 4 sanzionate; 545 i veicoli controllati, di cui 4 sequestrati, e sono state ritrovate 3 auto rubate abbandonate nei campi. Sono state infine elevate sanzioni per oltre 16mila euro. Ai controlli, in particolare a quelli del 4 e 5 maggio svoltisi nei comuni di Orta di Atella (Caserta) e Caivano (Napoli), hanno preso parte anche i Raven (droni) dell’Esercito.