Tempo di lettura: 2 minuti

Caserta – Hanno coronato il loro sogno dopo essere riusciti a scampare alla drammatica tragedia del crollo del ponte Morandi. Il 14 agosto del 2018 tra i mezzi precipitati nel vuoto dopo il crollo dei piloni del viadotto c’era anche quello di Eugeniu Babin e Nataliya Yelina – entrambi originari dell’Europa dell’Est, lui parrucchiere, lei estetista – mentre erano in viaggio per la Francia. I due vivono a Santa Maria Capua a Vetere in provincia di Caserta, dove gestiscono un salone di bellezza, e si sono sposati a Napoli, come si erano promessi dopo essere scampati all’atroce evento che costò la vita a 43 persone.

Quattro ore bloccati sotto le macerie di uno dei più grandi disastri degli ultimi anni. Fortunatamente, ce l’hanno fatta e ne sono usciti vivi. Dopo un difficile anno di operazioni, terapia e riabilitazione, la coppia è finalmente riuscita ad arrivare all’altare e a pronunciare quel ‘sì’ che ha coronato tredici anni di vita insieme. 

L’annuncio del matrimonio arrivò ad amici e famiglia direttamente dalla stanza d’ospedale dove erano ricoverati. “Ce l’abbiamo fatta”, ha detto Eugeniu, felicissimo, ai microfoni di Fanpage. “E’ una giornata importante perché è un passo avanti che ci aiuta psicologicamente e fisicamente. D’altronde, dopo quello che ci è capitato, un po’ di felicità nella vita doveva pur esserci”. 

“E’ un giorno pieno di significati, tanto atteso soprattutto”, ha commentato Nataliya, emozionatissima e vestita di bianco. “Oggi finalmente possiamo ascoltare la nostra messa sulle nostre gambe e questo vuol dire che ce la stiamo facendo, stiamo andando avanti”.