Tempo di lettura: < 1 minuto

Tensione nella tarda serata di ieri al carcere di Aversa (Ce), dove sono ospitati 197 detenuti. Molti reclusi, durante il cambio di turno poco prima della mezzanotte, hanno iniziato a rumoreggiare e protestare bruciando pezzi di carta nelle proprie celle.

Come i detenuti di tutte le carceri italiane, protestavano contro la decisione di sospendere i colloqui con i familiari a causa dell’emergenza Coronavirus. La protesta è comunque rientrata dopo circa un’ora; la situazione è sempre stata sotto controllo. Ancora ad Aversa, ieri sera, dopo l’annuncio del premier Conte, decine di persone si sono recati ad un supermercato aperto h24 per fare incetta di alimentari; ci sono state lunghe code.