Tempo di lettura: < 1 minuto

Caserta – La Confesercenti di Caserta ha indirizzato ai Sindaci dei 104 comuni della provincia la richiesta di sospensione dei Tributi Locali per le Imprese di Terra di Lavoro. “La salute pubblica è la priorità assoluta” ha riferito il presidente della Confesercenti provinciale di Caserta Salvatore Petrella. “Con i nuovi provvedimenti – prosegue Petrella – anche l’emergenza per l’economia ha cambiato passo e i danni per le imprese rischiano di essere incalcolabili. Nella nostra provincia abbiamo un altissimo tasso di micro, piccole e medie imprese. Stiamo parlando di migliaia di attività del turismo, ma anche di negozi, bar, ristoranti, operatori dell’abbigliamento e delle calzature e operatori del commercio su aree pubbliche, interi comparti del settore economico costretti a chiudere; molti, probabilmente, al termine di questa emergenza non riapriranno. Abbiamo, invece, il dovere di garantire a queste attività la sopravvivenza oltre la fase di emergenza. Ci troviamo di fronte ad una crisi che nessuno era preparato ad affrontare, perciò chiediamo a tutti i Comuni del Casertano, ivi compresi quelle in dissesto, la sospensione dei tributi locali fino a nuovo ordine, in modo da contenere la posizione debitoria che le imprese stanno accumulando in questo periodo“.