Tempo di lettura: < 1 minuto

Caserta – “Se la notizia delle ludoteche aperte in alcuni comuni dell’alto casertano fosse confermata, ci troveremo di fronte ad un caso di inaudita gravità“. E’ quanto hanno dichiarato questo pomeriggio il segretario territoriale della Ugl Caserta Ferdinando Palumbo e la segretaria provinciale della Ugl Scuola Virginia Ciervo. “Se l’esecutivo” spiegano i sindacalisti “al fine di evitare la diffusione del Covid 19, chiude le scuole, che sono presidi istituzionali la cui organizzazione è regolata dal ministero, la funzione di istruzione ed intrattenimento non può essere certo surrogata ad altri. E’ pur vero che necessitano misure urgenti di accompagnamento ai genitori della provincia, ai quali deve essere concesso in questo momento di forte difficoltà la possibilità di poter sopperire, magari con l’estensione dello smart working, ove possibile, oppure con ammortizzatori sociali varati ad hoc, anche questo attiene alla responsabilità di un momento difficile“.