Tempo di lettura: < 1 minuto
Il tribunale di Napoli ha condannato a 10 anni e 4 mesi di carcere Francesco Tiberio La Torre, figlio del capo dell’omonimo clan attivo a Mondragone (Caserta) Augusto La Torre, detenuto da oltre 20 anni. La Torre jr è stato condannato al termine del rito abbreviato dal giudice per l’udienza preliminare, che ha inflitto pene anche per altri undici imputati.  Il rampollo del boss è accusato di aver fatto parte con i complici di un’organizzazione criminale dedita al traffico e allo spaccio di droga, in particolare hashish, cocaina e marijuana. Lo stupefacente veniva acquistato nell’area del napoletano e venduto al dettaglio a Mondragone.