Tempo di lettura: 1 minuto

Maddaloni (Ce) – “Quasi un anno fa chiedevamo all’allora commissario prefettizio Basile delucidazioni circa la regolarità degli impianti pubblicitari presenti sul suolo pubblico e se la loro installazione fosse stata autorizzata dal Comune. Non avendo ricevuta risposta ci riproviamo, chiedendo direttamente al sindaco di effettuare controlli e di rendere nota l’entità degli incassi a titolo di canoni e imposte sulla pubblicità, al fine di verificare l’eventuale esistenza di un danno erariale“.

Lo dichiara la consigliera comunale del Movimento 5 Stelle, Tina Santo, che ha presentano un’interrogazione sugli impianti pubblicitari presenti a Maddaloni. In particolare, la rappresentante pentastellata chiede al neo primo cittadino, Andrea De Filippo, di sapere se, in relazione agli 83 impianti pubblicitari (alcuni di dimensioni 6 metri per 3 metri e altri di misure diverse) installati sul suolo comunale e gestiti da diverse società pubblicitarie, sono stati effettuati i relativi controlli e di rendere nota la reale entità degli incassi a titolo di canone e di imposte sulla pubblicità.

L’interrogazione, inoltre, mira a conoscere se gli impianti permanenti sono stati autorizzati dal Comune e se esiste un regolamento che disciplina gli impianti pubblicitari. La consigliera Santo chiede risposte anche per verificare se sia stato prodotto un danno erariale.