Tempo di lettura: 2 minuti
La Softlab “intende portare avanti il piano industriale approvato e presentato il 29 marzo scorso ai sindacati, in particolare per ciò che riguarda le attività campane”. È quanto si legge in un comunicato emesso dalla Softlab dopo il presidio di protesta organizzato stamani,  alla Prefettura di Caserta, da una nutrita rappresentanza di suoi dipendenti in servizio presso le sedi di Caserta e Maddaloni, che hanno anche scioperato per quattro ore.
 
I lavoratori, in particolare quelli assunti dopo essere stati licenziati dalla multinazionale Jabil, lamentavano la mancata attuazione dei piani industriali presentati da Softlab, e di “essere parcheggiati” da mesi in cassa integrazione a zero ore. Nel comunicato emesso nel pomeriggio, Softlab spiega che i progetti andranno avanti. “Abbiamo previsto – si legge – la nascita di Softlab Industrial Services, una moderna Fabbrica 4.0, di cui siamo particolarmente orgogliosi anche perché nascerà proprio nella Provincia di Caserta e la cui organizzazione sta procedendo a pieno regime. Infatti, già a partire dalla prossima settimana, arriveranno le prime macchine produttive nella sede di Maddaloni, che permetteranno di dare il via alla prima fase del progetto e dove saranno assemblati prodotti proprietari per la gestione e la generazione di energia elettrica in ottica eco-friendly. La consegna delle macchine permetterà di aprire lo stabilimento da inizio luglio, rispettando in tal modo le tempistiche già più volte annunciate. 
Vale la piena ricordare che Softlab Tech ha creato lavoro in Campania per circa 200 persone, a partire proprio dal piano di ricollocazione e riqualificazione delle risorse ex Jabil sul territorio casertano, che ha fatto seguito al primo accordo siglato nel 2018 con Jabil Italia per la progressiva assunzione in pianta stabile di lavoratori locali. Al fine di riqualificarli e facilitarne l’inserimento nella realtà aziendale, sono da subito partiti i corsi di formazione e aggiornamento delle competenze che hanno portato i primi 50 assunti di Marcianise a intraprendere il nuovo percorso lavorativo dal 1 Marzo 2019 nella nuova sede di Caserta. L’operazione è proseguita nel corso dei mesi successivi con ulteriori assunzioni degli addetti Jabil in esubero. Inoltre, il Gruppo Softlab ha da sempre riservato un’attenzione peculiare al territorio con iniziative e progetti concreti e documentabili improntati al dialogo costante, sia con i lavoratori sia con le loro rappresentanze sindacali che rispettiamo profondamente, che non lasciano spazio a supposizioni o a dubbi sulla correttezza e sulla trasparenza della nostra condotta”.