Tempo di lettura: < 1 minuto

I carabinieri di San Nicola la Strada, a chiusura delle indagini della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip nei confronti di R.V.G., 34 anni, ritenuto responsabile di atti persecutori ai danni della sua ex compagna. E’ stato accertato come il giovane, al termine della relazione, avesse iniziato ad assillare la donna per indurla ad intraprendere nuovamente la loro relazione, assumendo comportamenti sempre più morbosi e intimidatori, tanto da portarsi ripetutamente nei pressi dell’abitazione della donna dove si appostava per incontrarla.

Inoltre, utilizzando falsi profili sui social, screditava la vittima e i suoi familiari, giungeva persino a contattare alcune agenzie di onoranze funebri locali per l’organizzazione dei funerali della madre della ragazza. All’esito delle indagini che evidenziavano il grave turbamento delle libertà morale della vittima e l’imposto mutamento delle sue abitudini di vita, il gip ha applicato, su richiesta della Procura della Repubblica, la misura cautelare della custodia in carcere.