Tempo di lettura: < 1 minuto

I carabinieri hanno ritrovato e restituito tre opere d’arte rubate negli anni scorsi in due chiese del Casertano. La consegna è avvenuta nel corso di una cerimonia tenutasi a Marcianise presso la sede della locale Compagnia dell’Arma.

In particolare è stato restituito al parroco don Antonio Piccirillo della Chiesa di San Simone Profeta di Marcianise, un presepe napoletano del 1700, noto come “scarabattolo”, rubato ad ottobre 2016.

Sono stati poi riconsegnati due dipinti, rubati circa 15 anni fa, al Parroco della Chiesa di San Rufo Martire di Caserta, don Nicola Lombardi: si tratta della pala d’altare raffigurante la “Madonna Addolorata” e del dipinto su tela noto come “Educazione della Vergine”.

Le indagini che hanno portato al rinvenimento delle opere d’arte, sono state coordinate dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere ed effettuate dai carabinieri della stazione e della Compagnia di Marcianise con la collaborazione dei militari del Comando Tutela Patrimonio Culturale di Napoli.

La svolta c’è stata quando i carabinieri hanno identificato il possibile autore del furto del presepe, che però è deceduto; hanno poi perquisito casa di un parente (unico indagato), dove oltre allo “scarabattolo”, sono state rinvenute le altre due opere d’arte trafugate a Caserta.