Tempo di lettura: 2 minuti

Caserta – Si è invaghito in modo ossessivo di una minorenne, tanto da aggredire con un coltello il papà e lo zio della vittima che gli avevano consigliato in modo bonario di lasciarla stare. Per questo motivo un 41enne residente nel Casertano è stato arrestato e condotto in carcere dai carabinieri che hanno eseguito l’ordinanza emessa dal Gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere per il reato di stalking. Le indagini dei carabinieri della Compagnia di Capua erano partite proprio dall’aggressione del 41enne ai danni di papà e zio della minore; lo stalker – è emerso – oltre a ferirli lievemente con il coltello, ha anche cercato di metterli sotto con la macchina, e ciò perché era accecato dalla rabbia perché la minore non voleva in alcun modo iniziare una relazione con lui. L’adolescente aveva anche smesso di uscire con le amiche e di andare a danza, per timore di incontrare il suo persecutore; questi – hanno accertato i carabinieri con il coordinamento della Procura di Santa Maria Cpua Vetere – si è presentato più volte alla scuola di danza chiedendo informazioni sulla minore e parlando di lei come bisognosa di protezione dai suoi stessi genitori, si è fatto inoltre trovare fuori alla scuola della ragazza. I carabinieri hanno raccolto parecchi elementi e solo dopo è arrivata la denuncia della vittima.