- Pubblicità -
Tempo di lettura: 2 minuti

Caserta – Si terrà venerdì 13 aprile alle 18.30 l’assemblea della sezione casertana di Potere al Popolo. All’ordine del giorno le vertenze ambientali per il caso Conti3, la discussione sul biodigestore che l’amministrazione comunale vuole realizzare in località Ponteselice e il disastro ambientale dell’Ilside di Bellona, a nove mesi dall’incendio dell’ex sito di stoccaggio. Proprio in merito a quest’ultimo punto, sabato 14 aprile si svolgerà a Bellona il corteo cittadino contro i disastri ambientali, organizzato dal comitato “Bellona/Triflisco Mai più Ilside”, per la messa in sicurezza e bonifica definitiva del sito.

Tra gli altri argomenti all’ordine del giorno, l’organizzazione dei banchetti per la raccolta firme per la Legge di Iniziativa Popolare “Scuola della Costituzione” che si propone di abrogare le riforme degli ultimi 15 anni (dalla Moratti alla Gelmini), riportando la scuola verso il modello dettato dagli articoli 3, 9, 33 e 34 della Carta Costituzionale.

Si parlerà, infine, di abrogazione dell’articolo 81 che stabilisce nella Costituzione l’obbligo di pareggio di bilancio dello Stato, e dell’abrogazione della legge elettorale ‘Rosatellum’.

Il nostro Paese e il nostro territorio hanno bisogno di noi, per affrontare le numerose emergenze, ambientali e istituzionali, che minano la salute e riducono i diritti delle persone”, è l’appello di Rosa Maria Clemente, attivista di Potere al Popolo, candidata alla Camera alle recenti Politiche nel collegio uninominale di Caserta. L’assemblea si svolgerà in corso Giannone 126, accanto alla Farmacia Falco, presso la sede del PCI.