- Pubblicità -
Tempo di lettura: < 1 minuto

E’ morto dopo cinque giorni di agonia all’ospedale di Caserta il 26enne Emanuele Nebbia, ferito al rione Iacp di Santa Maria Capua Vetere da un proiettile alla testa la notte di Capodanno; un episodio quasi da subito classificato dalla Polizia di Stato (Squadra Mobile di Caserta) come un agguato. Le indagini sono coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli che ipotizza un regolamento di conti di cui sarebbe rimasto vittima il 26enne. Il giovane era stato colpito sul pianerottolo di ingresso dello stabile in cui viveva.