Prodi torna in campo per “Insieme” e lancia la coalizione: «Ritroviamo il contatto con la nostra gente»

Tempo di lettura: 3 minuti

Bologna – Romano Prodi torna in campo in vista delle ormai imminenti elezioni politiche e serve un gradito assist all’intera coalizione del centrosinistra. «Sono qui oggi perché ritengo queste elezioni di un’importanza particolare in questo momento di allontanamento della politica dai cittadini e dei cittadini dai partiti, in questo mondo in cui i moderni sistemi di comunicazione, contro i quali nulla ho, anzi li uso copiosamente, ti portano a parlare con i lontani e a tacere con i vicini». Esordisce così Romano Prodi, sul palco insieme al premier Paolo Gentiloni, al raduno nazionale della lista Insieme, convention tenutasi stamattina al teatro delle Celebrazioni di Bologna.

«Un mondo in cui la ricomposizione della politica è estremamente difficile, in cui non abbiamo più luoghi di formazione che selezionino coloro che dovranno diventare una classe dirigente. Una ricostruzione della politica con la “p” maiuscola”. Questa, spiega l’ex premier, «non è una crisi solo italiana, è una crisi drammatica della democrazia mondiale. Il mondo sta cambiando e la forza dei partiti tradizionali deve trasformarsi, da qui la necessità delle coalizioni». Ma le coalizioni, prosegue il fondatore de L’UIlivo, «non sono frutto di cattiveria ma della complessità della nostra società che ha moltiplicato il numero dei partiti. Abbiamo bisogno di coalizioni. Non solo noi e lo si vede anche in Germania. Abbiamo bisogno di una coalizione di centrosinistra forte per due valori: lotta alla disuguaglianza e Europa». Quella nel centrosinistra, secondo Prodi, «non può essere un’alleanza difensiva, ma all’attacco. La grande politica va all’attacco, fiduciosi, con serenità. In una lista vi devono essere differenze, ma non le divaricazioni che abbiamo nella coalizione di destra e la vaghezza dei 5 Stelle. Impossibile, ad esempio, che nello stesso Governo ci siano europeisti e antieuropeisti».

Un appello all’unità, quello dell’ex presidente del Consiglio, che la coalizione sembra aver gradito. All’incontro hanno preso parte tra gli altri anche il consigliere regionale della Campania Vincenzo Maraio, il segretario regionale del Psi Marco Riccio e il segretario provinciale del Psi di Caserta Francesco Brancaccio. «Ringraziamo Romano Prodi e Paolo Gentiloni per aver partecipato alla nostra iniziativa di Bologna sulle diseguaglianze e aver rilanciato la coalizione di centrosinistra». Così in una nota i promotori della lista di ispirazione ulivista Insieme, Giulio Santagata, Riccardo Nencini e Angelo Bonelli, che proseguono: «In particolar modo ci serviranno da stimolo nel prosieguo di questa campagna elettorale le parole di Romano Prodi quando ha dichiarato di sostenere “in particolare gli amici della lista Insieme perché portano avanti gli stessi valori che sono stati alla base dell’Ulivo e che io profondamente condivido. È il mio sogno quello di vedere unito il centrosinistra».