Tempo di lettura: < 1 minuto

La residenza di caccia borbonica, tornerà a nuova vita grazie ad un emendamento del ministero dei Beni Culturali che, a partire dal 2018, contribuirà con 300mila euro l’anno al recupero e alla valorizzazione del Real sito di Carditello, monumento prezioso che sorge nel comune di San Tammaro. L’emendamento approvato dalla commissione bilancio specifica che lo stanziamento “consentirà la prosecuzione e il rafforzamento degli interventi attuativi del piano strategico di sviluppo del percorso turistico-culturale integrato delle residenze borboniche”.

I fondi saranno un contributo per le spese di gestione della struttura e saranno gestiti dalla Fondazione Real Sito di Carditello, presieduta dall’ex ministro presidente del Cnr Luigi Nicolais.