Tempo di lettura: 3 minuti

Caserta – Domenica 13 ottobre per la rassegna Autunno Musicale. Suoni & Luoghi d’arte-  XXV edizione, sono in programma due appuntamenti  con la musica classica d’autore in luoghi d’arte d’eccezione.

Alle ore  11.30 nella Cappella Palatina della Reggia di Caserta per I CONCERTI D’ORCHESTRA, l’Orchestra da Camera di Caserta diretta da Antonino Cascio, con  l’oboista Kyeong Ham, vincitore del premio ARD di Monaco,   eseguirà  musiche di Boccherini, Mozart, Haydn. 

Mentre alle ore 17.30 , presso il Museo Campano di Capua per PIANOFESTIVAL, Pietro de Maria, pianista di rilievo internazionale,  eseguirà musiche di Rachmaninov e Chopin.

L’Orchestra da Camera di Caserta, fondata da Antonino Cascio ha collaborato in più occasioni  con solisti noti e  partecipato ad importanti festival e stagioni concertistiche in Italia ed all’estero, proponendo programmi collegati alla sua attività di ricerca.

Per l’occasione sarà accompagnata dall’oboista Kyeong Ham, considerato uno dei migliori della sua generazione. Vincitore di numerosi premi internazionali, attualmente è primo oboe presso l’Orchestra Sinfonica della Radio Finlandese, docente presso la Sibelius Academy di Helsinki e membro del Veits Woodwind Quintet. 

La Cappella palatina della Reggia di Caserta, nella quale suonerà l’orchestra, fu  inaugurata nel Natale 1784 e bombardata nel 1943, fu progettata ispirandosi a quella di Versailles per volere del Re, ma Vanvitelli con suo genio riuscì a sintetizzare in essa tutta la tradizione rinascimentale, manieristica e barocco dando origine al neoclassicismo.

Pietro De Maria vanta una intensa attività concertistica che lo vede solista con prestigiose orchestre e con direttori quali Roberto Abbado, Gary Bertini, Myung-Whun Chung, Vladimir Fedoseyev, Daniele Gatti, Alan Gilbert, Eliahu Inbal, Marek Janowski, Ton Koopman, Michele Mariotti, Ingo Metzmacher, Gianandrea Noseda, Corrado Rovaris, Yutaka Sado, Sándor Végh, Jonathan Webb. Pietro De Maria è Accademico di Santa Cecilia e insegna al Mozarteum di Salisburgo; inoltre è nel team di docenti del Progetto La Scuola di Maria Tipo nell’ambito dall’Accademia di Musica di Pinerolo. 

L’artista suonerà in un contesto, quello del Museo Campano di Capua,  definito da Amedeo Maiuri “il più significativo della civiltà italica della Campania”.
Il Museo è ospitato nello storico palazzo Antignano la cui fondazione risale al IX secolo ed incorpora le vestigia di San Lorenzo ad Crucem, una chiesetta di età longobarda nel sito di uno dei tre Seggi nobiliari della città. L’edificio vanta lo splendido portale durazzesco-catalano che reca incastonati gli stemmi degli Antignano e d’Alagno. 

Fino al 26 dicembre non solo la Reggia di Casert e, il Museo Campano di Capua, ma anche il Museo Archeologico di Maddaloni, nonché le chiese monumentali di Sessa Aurunca, Carinola, Maddaloni e Piedimonte Matese saranno protagoniste di variegate proposte musicali da Pianofestival, alla Musica da Camera, all’ A-Solo, ai Concerti dell’Orchestra, ad  Estonia Contemporanea. In parallelo anche un ricco carnet di “Altri Eventi”: Educational, Piano Lab, Suoni & Sapori, Electronics Lab, Itinerari Barocchi/ Europa classica, L’atro Suono/Bosphorus Project

L’Autunno Musicale è sostenuto dal MIBACT – Direzione Generale Spettacolo e dalla Regione Campania e si avvale della collaborazione di vari enti: la Reggia di Caserta, la Provincia di Caserta e il Museo Campano di Capua, il Polo museale di Napoli e il Museo archeologico di Calatia , i Comuni di Carinola, Maddaloni e Piedimonte Matese, il Centro Unesco Caserta, le Associazioni, Byblos di Piedimonte Matese, Mozart di Sessa Aurunca, Pro Loco di Carinola, Lyons Club Aversa Normanna, Irem e Area Arte.