Tempo di lettura: < 1 minuto

Un 25enne di Alife (Caserta) è finito in carcere su ordine del Gip di Santa Maria Capua Vetere con l’accusa di aver rapinato 20mila euro al padre per acquistare poi la droga.

Sono stati i carabinieri a raccogliere la denuncia della vittima e ad arrestare il figlio violento. I fatti risalgono al 17 aprile scorso. Secondo quanto accertato dai militari della stazione di Alife, con il coordinamento della Procura diretta da Maria Antonietta Troncone, il 25enne avrebbe deciso di rubare i soldi dopo che il padre si era rifiutato di dargli una somma con cui avrebbe voluto acquistare dello stupefacente. A quel punto il 25enne si è introdotto nella camera da letto del genitore, rubando ben 20mila euro custoditi in un cassetto.

Il padre ha scoperto subito l’ammanco, e si è messo in auto per andare dai carabinieri, ma il figlio lo ha fermato sottraendogli il cellulare e colpendolo con calci e pugni, per poi fuggire. La denuncia è stata presentata lo stesso dal padre, ma con qualche ora di ritardo, e per il giovane si sono aperte le porte del carcere.