Salvini sul litorale domitio, Cgil: “Passerella elettorale per il solo tornaconto”

Tempo di lettura: 2 minuti

Caserta – “L’annunciato arrivo di Matteo Salvini sul litorale domitio il prossimo 15 agosto si confermerà l’ennesima passerella elettorale utile al solo tornaconto del Ministro dell’Interno.

Dopo la visita a Caserta lo scorso autunno sulla questione “terra dei fuochi”, ancora una volta il territorio verrà sfruttato per ottenere maggiore visibilità, senza fornire nessuna risposta ai veri problemi di questa Provincia.” dichiara Matteo Coppola, Segretario Generale della Cgil di Caserta “Salvini e il governo giallo-verde non hanno mai colto il grido di allarme di Castel Volturno e di tutto il territorio: non hanno mai affrontato seriamente la grave crisi economica e occupazionale della Provincia, non hanno mai fornito risposte sulla vera emergenza – quella dell’emigrazione – che vede migliaia di nostri giovani lasciare la propria terra ogni anno, non hanno offerta nessuna soluzione sul risanamento del litorale domitio.

Salvini non ha mai messo in campo azioni concrete di contrasto alla camorra e al caporalato, sulla questione ambientale e sulla gestione dei rifiuti. Nonostante tutti questi temi siano competenza del Ministro dell’Interno, gli amministratori locali sono sempre stati lasciati soli. Salvini si è limitato a continuare la sua ininterrotta campagna elettorale con i suoi slogan pregni di odio e paura, imponendo i suoi “decreti della disumanità”.”

Conclude CoppolaPer la difesa dei valori costituzionali, contro lo sfruttamento dei problemi della nostra terra a fini elettorali, contro la politica dell’odio e della paura, la Cgil di Caserta parteciperà insieme alle associazioni democratiche, antirazziste a antifasciste all’iniziativa del prossimo 17 agosto alle ore 16.30, dinanzi al monumento dedicato a Mirian Makeba a Castel Volturno.”