Tempo di lettura: 3 minuti

Caserta – Due annunci su “Settembre al Borgo” arrivano dall’amministrazione comunale: il primo, e più atteso, riguarda i pagamenti dell’edizione 2017 del festival, rimasti totalmente inevasi fino ad oggi.  “Dopo un lavoro costante e l’impegno assunto dalla Regione, – ha dichiarato l’assessore agli Eventi, Emiliano Casale – nella giornata odierna abbiamo ricevuto il decreto da Palazzo Santa Lucia con il quale viene liquidata la prima parte dei fondi relativi al Settembre al Borgo 2017. Ciò ci consentirà di iniziare a procedere al pagamento delle prestazioni professionali di chi ha lavorato alla scorsa edizione del Festival”.

Il secondo annuncio riguarda la conferenza stampa dell’edizione 2018 della kermesse, fissata per il 30 agosto alle ore 12, presso la Sala Giunta del Comune di Caserta.

E seppure già ampiamente pubblicato il cartellone della 46esima edizione della storica rassegna quest’anno organizzata dal Comune con il finanziamento dalla Regione Campania, c’è attesa per le novità che dal 5 al 10 settembre il direttore artistico Enzo Avitabile ha in serbo.

Di certo, sottolinea la nota diffusa dall’amministrazione Marino, è la prima volta che il festival tra i più antichi del Mezzogiorno rende protagonisti la scrittura e i libri.

Un’iniziativa che prevede una vera e propria sezione “scrittura”, alla presenza di grandi nomi della narrativa italiana e di alcuni giornalisti di caratura nazionale. Tra loro vanno ricordati Maurizio De Giovanni, presente il 5 settembre, il vicedirettore del Tg1, Gennaro Sangiuliano, e lo scrittore Pino Aprile, molto noto per le sue pubblicazioni sul Sud, che sarà al Borgo l’8 settembre.

Molto ampio il programma, che prevede le esibizioni di Vinicio Capossela, Avion Travel, Pippo Delbono, Alessandro Haber, del duo Petra Magoni e Ferruccio Spinetti e dello stesso Avitabile. E ancora, Lula Pena dal Portogallo, Ashraf Sharif Khan dal Pakistan, Luigi Lai & Fabio Vargiolu, la paranza di Marcello Colasurdo, l’ensemble Cenere e Lapilli, Gerardino Amarante & Spaccapaese, Maryam Tancredi e Pino De Vittorio. Spazio anche all’arte con le mostre “Imprimatur stampa” dell’artista francese Cathie Brousse ed “Helix” di Mario Ciaramella. Tutti gli eventi in programma sono a ingresso gratuito, fino a esaurimento dei posti disponibili.

“Anche quest’anno – ha spiegato il sindaco di Caserta, Carlo Marino – il Comune si assume la responsabilità di organizzare questa manifestazione dopo ben due anni di abbandono da parte della Provincia e di altre realtà. Un grazie particolare alla Regione Campania, che finanzia l’evento, e al Presidente De Luca, che si è mostrato ancora una volta sensibile verso il nostro territorio, consentendoci di svolgere uno dei Festival più antichi del Meridione d’Italia, che costituisce una grande occasione di turismo e di sviluppo per il Borgo e per l’intera città. Con ‘Settembre al Borgo’ partirà la nuova illuminazione del Castello e gli eventi coinvolgeranno tutte le frazioni collinari e non solo Casertavecchia”.