- Pubblicità -
Tempo di lettura: 2 minuti

Le segreterie provinciali casertane dei sindacati dei trasporti Fil-Cgil, Fit-Cisl e Uil-Trasporti hanno chiesto al prefetto di Caserta, Giuseppe Castaldo, in una nota congiunta inviata anche al presidente della Regione Vincenzo De Luca, alla Società Autostrade Meridionali e al sindaco di Maddaloni, un incontro urgente in relazione al blocco dei lavori per la realizzazione dello svincolo autostradale di Maddaloni Interporto sull’A30 Caserta-Salerno, la cui apertura è prevista per il prossimo mese di settembre. “Da quanto appreso – scrivono i segretari Tommaso Pascarella (Filt-Cgil), Pasquale Federico (Fit-Cisl) e Gianfranco Spanò /(Uil-Trasporti) – ci sarebbe un blocco dell’apertura del casello a causa della bonifica dei terreni circostanti all’area interessata. E’ urgente l’incontro istituzionale di tutti i soggetti interessati affinchè si possa definire tale vicenda anche nel rispetto di un cronoprogramma definitivo, visto che è stato più volte modificato in questi anni”. La realizzazione dello svincolo, fanno notare i sindacalisti, “è importante per l’area interportuale di Maddaloni e Marcianise, per l’intera provincia di Caserta, della Regione Campania e dell’interno Sud Italia”. L’area della piattaforma intermodale dove sorgerà lo svincolo autostradale è interessata, ricordano i sindacalisti, alla realizzazione “con finanziamenti del Pnrr di ulteriori infrastrutture di viabilità e ferroviarie, basta pensare all’Alta Capacità e Velocità della Napoli-Bari e della stessa Salerno-Reggio Calabria”.