- Pubblicità -
Tempo di lettura: 2 minuti

Vincenzo Cangelosi, al termine della partita contro la Juventus Next Gen, parla nella sala stampa del Pinto: “Bisogna riconoscere la grande qualità degli avversari: abbiamo fatto tanta fatica nella prima mezz’ora poi siamo riusciti ad alzare la pressione. Nel secondo tempo abbiamo avuto due occasioni, oltre alla parata su Montalto, che non abbiamo concretizzato. Le disattenzioni difensive ci hanno condannato. Noi abbiamo messo in campo veramente tutto, cercando di non pensare e giocare concentrati. Avremmo dovuto giocare così dall’inizio della partita ma non ho nessun rammarico. Le scelte le faccio prima, e sono consapevole di aver commesso degli errori“.

“E’ stata una stagione bellissima, Caserta è una piazza entusiasmante. Futuro? Non ho fretta di incontrare il presidente”

Sono soddisfatto di quanto abbiamo fatto, abbiamo giocato bene, è stato un campionato entusiasmante. In questo momento ritengo giusto ringraziare chi ha lavorato con me, dentro e fuori dal campo. L’anno scorso dovevamo mettere a posto le cose e possibilmente di arrivare ai playoff e vincerli. Poi la società è stata brava ad ottenere il ripescaggio, ma nonostante le problematiche, sapevo che potevamo fare bene, ma non sapevo in quanto tempo. I giocatori sono stati bravi, in poco tempo, a conoscersi ed a capire quello che potevamo fare. Ci abbiamo creduto dall’inizio, e grazie ai risultati, siamo riusciti a metter su una squadra che ha dato tanto entusiasmo. Il momento più bello è stata la seconda parte del girone d’andata, e, anche nei momenti difficili, i ragazzi sono rimasti concentrati per proseguire bene“.

Mister Vincenzo Cangelosi è in carica alla guida della Casertana dalla scorsa stagione, quando è subentrato a stagione in corso alla fine di dicembre del 2022; Cangelosi, classe ’63, è stato per una vita al fianco di Zdenek Zeman.