- Pubblicità -
Tempo di lettura: < 1 minuto

Questa sera a Striscia la notizia (Canale 5, ore 20:35) va in onda l’inchiesta di Luca Abete su uno pseudo sensitivo della provincia di Caserta, che dichiara di poter eliminare gli effetti nocivi delle tossicodipendenze. Durante una consulenza a un attore in incognito del tg satirico, l’uomo spiega di poter attivare una “protezione a cerchio chiuso”, ovvero uno scudo così forte da annullare gli effetti della droga. Prestazione che verrebbe a costare quasi 4mila euro, da pagare rigorosamente sulla Postepay intestata alla suocera deceduta nel 2021.

«Per non pagare le tasse», dice apertamente il sensitivo, che dichiara di svolgere dalle 90 alle 110 di queste prestazioni ogni anno, da 45 anni. Poi, restando in tema tasse, aggiunge: «Me li sono comperati i contributi, sono un bracciante agricolo. Tra pensione e assegno di inclusione piglio 2mila euro al mese». Luca Abete si presenta per chiedergli spiegazioni, ma la situazione degenera velocemente con il “mago” che si scaglia contro l’inviato e i due operatori, a cui cerca di sottrarre le telecamere.