Tempo di lettura: < 1 minuto

Casal di Principe (CE) – Quali strumenti investigativi bisogna adottare per sconfiggere una camorra che si muove sotto traccia, che si infiltra nel sistema economico attraverso imprenditori – camorristi e che preferisce corrompere più che intimidire? E qual è il ruolo rivestito, negli ultimi anni, dai collaboratori di giustizia, da Antonio Iovine a Nicola Schiavone?

A confrontarsi su questi quesiti saranno, sabato 29 febbraio alle 10.30 a Casa Don Diana (Casal di Principe), il magistrato presso la Direzione Nazionale Antimafia Cesare Sirignano e la docente di Procedura penale dell’università Pathenope di Napoli Carla Pansini.

I lavori dell’incontro, dal titolo ‘Le nuove frontiere investigative, quale il ruolo dei collaboratori di giustizia’, saranno coordinati dal giornalista de La Repubblica, Dario Del Porto.

L’iniziativa sarà la prima di una serie di incontri formativi promossi dal Comitato Don Diana, in preparazione del 26° anniversario dell’uccisione di don Giuseppe Diana.