Tempo di lettura: 3 minuti

Caserta – Riceviamo e pubblichiamo la nota stampa della segreteria provinciale della Uiltrasporti Caserta.

Possiamo finalmente dire di aver concluso positivamente la vertenza relativa al mancato pagamento dello stipendio di giugno e della quattordicesima mensilità.
Le retribuzioni sono state corrisposte a tutti i lavoratori a distanza di poche ore dalla riunione che si è tenuta lo scorso 03 agosto presso il Comune di san Marcellino.
Abbiamo apprezzato molto la pazienza, la disponibilità e la sensibilità con cui il Sindaco, insieme ad altri componenti dell’attuale amministrazione, hanno affrontato la discussione durata circa due ore, durante la quale sono state approfondite diverse tematiche, abbiamo percepito una grande attenzione, da parte del Sindaco, a tutti gli argomenti trattati, lo stesso ha suggerito di prediligere il dialogo allo scontro chiedendo, nel contempo, massima attenzione all’igiene ambientale sul proprio territorio e tutelare al meglio l’ambiente in cui risiedono i propri concittadini.
Una svolta, però, si è percepita anche dall’azienda, presente all’incontro con il Direttore Tecnico Vincenzo Calce, con il quale si è fin da subito avviato un discorso collaborativo e costruttivo finalizzato al risanamento delle numerose problematiche, connesse alla parte normo-contrattuale, in sospeso da diversi anni. Allo stesso va riconosciuta un’elevata professionalità imprenditoriale ma soprattutto una sconfinata predisposizione al dialogo, in quanto ha ascoltato attentamente tutte le nostre istanze, caricandosi tutte le responsabilità legate ad una immotivata disattenzione delle relazioni sindacali, anche di quelle non riconducibili all’incarico ricoperto in azienda, ma al tempo stesso, garbatamente ha rappresentato il momento di notevole difficoltà incontrato dall’azienda relativamente alla commessa del Comune di San Marcellino.
Il cantiere per i servizi ambientali del comune di San Marcellino è formato da lavoratori che svolgono quotidianamente il proprio dovere, lavoratori che, ricordiamo, non si sono mai interrotto di compiere il proprio dovere, nemmeno l’anno scorso quando, in piena pandemia, erano gli unici che potevano incrociare i cittadini, a questi lavoratori, come quelli impegnati in tutto il settore dell’igiene ambientale, bisogna riconoscere il merito di aver contribuito fattivamente alla tenuta della salute pubblica, non trascurando che hanno operato in condizioni di alto rischio, quando per lunghi periodi hanno servito quei cittadini che sfortunatamente erano posti in quarantena.

È questa la cornice su cui si fonda la proposta avanzata all’azienda per valutare positivamente la possibilità di riconoscere la retribuzione del mese di luglio con leggero anticipo, poiché la festività del 15 agosto coincide con la domenica, con l’auspicio che tutti i lavoratori ed i propri nuclei familiari possano godere serenamente la festività del Ferragosto dopo un anno sofferto a causa dell’emergenza covid”.