Tempo di lettura: 2 minuti

L’Asl di Caserta ha dato il via libera alla ripresa dell’attività in presenza dell’istituto comprensivo, la cui scuola elementare è frequentata dai due figli del manager Eni trovato positivo, di ritorno ad un viaggio in Mozambico, alla variante sudafricana denominata Omicron.

Solo quattro classi, le due frequentate dai due minori e due classi delle medie dove si sono verificati contagi comunque non legati al paziente zero, resteranno in isolamento anche se per pochi giorni ancora. Il sindaco Carlo Marino ha preso atto di quanto disposto dall’azienda sanitaria firmando l’ordinanza di riapertura. Con il manager Eni sono risultati positivi ad Omicron altre sei persone, quasi tutti familiari, ovvero i due figli, la moglie, la madre, la suocera e la badante in servizio dal professionista; tutti i contagiati sono in buone condizioni fisiche.

Sono in totale sette, dunque, i positivi ad Omicron, mentre non sono emerse a Caserta altre positività alla variante sudafricana. Nei giorni scorsi anche tre alunni e un docente della classe di uno dei figli del manager erano risultati positivi al Covid, ma non ad Omicron; per loro il contagio riguardava la variante Delta. Proprio in virtù di tali legami tra i contagi trovati a scuola e la situazione del manager, il 30 novembre scorso l’Asl aveva disposto l’interruzione dell’attività didattica, cui aveva fatto seguito l’ordinanza di chiusura dell’istituto del sindaco Carlo Marino e lo screening a tappeto su tutta la popolazione scolastica dell’istituto – oltre 1200 tra studenti, docenti e personale amministrativo – di cui fanno parte scuola dell’infanzia, elementare e media; un istituto le cui classi sono dislocate su tre plessi in diverse zone della città e in cui nella sede centrale, frequentata dai figli del manager, un piano non è accessibile per lavori strutturali al tetto.

Dai controlli di massa sono emerse altre sei positività (non alla variante Omicron però), riguardanti due classi della media, per cui l’Asl, attraverso una nota del Dipartimento di Prevenzione, ha dato disco verde al ritorno tra i bianchi per tutti gli studenti tranne che per quattro classi che resteranno in quarantena, ovvero appunto le due della media (isolamento terminerà tra l’otto e il 10 dicembre) e le due dell’elementare frequentate dai due figli del manager (termineranno l’isolamento tra il 10 e l’11 dicembre).