Tempo di lettura: 2 minuti

Lucca – Una casa a luci rosse. E non in chissà quale club privato o edificio segreto, ma nel centro di accoglienza per migranti gestito dalla Misericordia a Camaiore, in provincia di Lucca.

Tutto esplode quando Forza Italia, per voce del capogruppo Riccardo Erra,  presenta una interrogazione parlamentare su presunti appuntamenti hot nel centro profughi cittadino. Il tutto ha fatto esplodere un parapiglia politico, scrive ‘La Nazione’ –  e si è scatenata la curiosità per la notizia a luci rosse.

Da tempo si era diffusa voce che in quel centro d’Accoglienza accadessero cose strane. Si pensava che i migranti ospitassero anche donne di colore per avere con loro incontri galanti, e anche molto piccanti. Ma ciò che poi hanno scoperto i vigili urbani, una volta fuori dal centro accoglienza, ha dell’incredibile. I vigili si accorgono di un via vai di donne del paese verso il centro di accoglienza.

Casalinghe a luci rosse ​nella casa dei migranti. Le auto che si fermavano per un paio d’ore erano di donne bianche, giovani e meno giovani e anche riconoscibili, alcune di loro sposate. A volte le signore camaioresi arrivavano in piccoli gruppi. I vigili oltre a riscontrare la presenza, sotto i letti, delle ragazze nigeriane, hanno trovato anche dell’altro.

Il presidente della Misericordia di Lido di Camaiore aveva già sgridato i migranti per la presenza di amiche all’interno della struttura riservata a soli maschi. Ma non è bastato. Lo scandalo sta facendo parlare tutta la cittadina. Ormoni alle stelle per i giovani migranti e italiane volenterose di soddisfare i loro bisogni.