Tempo di lettura: 2 minuti

Pozzuoli (Na) – Erano entrambi in una sala di attesa dell’ospedale “Santa Maria delle Grazie” di Pozzuoli (Napoli) per essere sottoposti ad una vista specialistica. Un uomo di 44 anni (che in passato ha svolto la professione di infermiere in alcuni ospedali del Nord) ha chiesto ad un altro paziente di 41 anni dapprima di offrigli una sigaretta, poi di dargli anche un accendino. Alle rimostranze del 41enne l’ex infermiere non ha esitato a ferirlo mettendogli le dita negli occhi. E lo ha fatto con forza fino a causare gravi danni al bulbo oculare destro della vittima. Allertati dai sanitari sul posto sono giunti i carabinieri della caserma di Licola che hanno bloccato ed arrestato l’ex infermiere.

Secondo quanto ricostruito dai militari dell’Arma che indagano per chiarire la dinamica, D.F., incensurato, 44 anni, ha chiesto all’uomo, un 41enne, una sigaretta; avendola ottenuta, è tornato a chiedere l’accendino, e qui la risposta dell’altro (‘ma che vuoi ancora, anche il polmone’) lo ha infastidito. Con due dita gli ha estratto l’occhio sinistro e gli ha fatto esplodere il bulbo oculare destro. Ora è in carcere per lesioni aggravate. La sua vittima è ricoverato in prognosi riservata, ma non in pericolo di vita; l’occhio destro è perso, e le condizioni di quello sinistro sono sotto valutazione dei medici.