Tempo di lettura: 2 minuti

Napoli – Il prossimo 9 dicembre 2021 l’artista napoletano Ruben D’Agostino presenterà preso la sede della Lega Navale Italiana, sezione di Napoli, sita in via Porticciolo del Molosiglio, la sua ultima installazione, dal titolo L’Albero di Salvataggio. L’opera sarà realizzata con una zattera gonfiabile, dei remi e una serie di giubbotti di salvataggio avvolti da laccetti e sarà simile a un albero di Natale o a una capanna.

Nel momento in cui l’Europa si prepara a festeggiare la nascita di Gesù Cristo – il Verbo fatto carne e venuto al mondo in una stalla – nel Mediterraneo, e non solo, si continua a morire. È infatti notizia recente la morte di trentatré migranti nel canale della Manica, così come il decesso del bimbo di un anno al confine tra Polonia e Bielorussia.

Che la si veda come albero o come capanna, il significato dell’opera resta il medesimo, come afferma l’artista: «Credo sia inaccettabile che nel 2021 si costruiscano ancora dei muri lungo i confini o che qualcuno continui a parlare di blocchi navali o altro. Salvare vite umane è un dovere, tanto nei territori dell’Europa Orientale quanto in mare: in questo senso, i laccetti stanno proprio a simboleggiare chi ha perso la vita in cerca di un futuro migliore. Se Gesù Bambino venisse al mondo oggi lo farebbe su una barcone al largo della Libia o in un bosco in Bielorussia: spiace che questa cosa non venga compresa da tante persone che la domenica sono in prima fila in Chiesa a battersi il petto».

L’opera – realizzata anche grazie alla volontà e alla collaborazione del biologo marino Dott. Dario Monaco, socio della Lega Navale – sarà visibile fino al 7 gennaio 2022.