fbpx

La prima di Carletto in conferenza: “Continuità, ad aprile in corsa su tutti i fronti”

La prima di Carletto in conferenza: “Continuità, ad aprile in corsa su tutti i fronti”

lettura in 6 min

Dimaro (Tn) – E’ il passaggio ufficiale di consegne. La prima di Carlo Ancelotti davanti i giornalist. Nuova polo del Napoli, De Laurentiis alla sua destra, tic accigliato di tanto in tanto. Si parla di tutto, lui risponde diretto senza girarci troppo intorno. E’ DeLa che ogni tanto viene interpellato e alza la media sui tempi di risposta. Ne viene fuori un’ora intensa e chiarificatrice sotto tanti punti di vista. 

Intervento di Ancelotti

Motivi che lo hanno spinto a Napoli
Tre in particolare: il Napoli ha creduto in me, la forte voglia di tornare in Italia ed il Napoli che è società e rosa che mi soddisfa per quanto ho visto durante le recenti stagioni calcistiche

Obiettivi stagionali
Essere competitivi su tutti i fronti, l’ideale sarebbe ritrovarci ad aprile in corsa in tutte le competizioni

L’idea
Ammiro il lavoro svolto dal mio predecessore, Sarri ha fatto un grande lavoro ed in tanti sono cresciuti. La filosofia è la stessa, lo stile anche: fare gioco, compattarsi in fase di non possesso, fare tanta densità. La squadra e lo staff è giovane, l’ambiente è ottimale per crescere e per inserire altri bravi giocatori, non per forza top player. L’entusiasmo è decisivo per arrivare lontano, non ho mai lavorato con nessuno di loro ma sono tutti maturi e sarà facile entrare in empatia con loro

Mercato
Dicono che mi sono sentito con Vidal, Di Maria, Cavani, Luiz, Benzema e Ronaldo ma l’unico Cristiano che ho sentito è Giuntoli: con lui abbiamo sposato una linea operativa e la strada è quella giusta. Non impongo giocatori, questo sia chiaro, non l’ho mai fatto e mai mi permetterei. 

Portieri
Meret è il portiere ideale perchè para. E’ quella la prima cosa che deve fare un portiere, poi viene il resto. Può crescere molto con Karnezis al suo fianco

Difesa
Al centro siamo a posto, Albiol e Koulibaly sono fondamentali, Chiriches sta risolvendo un problema alla spalla, Maksimovic si è proposto benissimo. Sulle corsie dobbiamo valutare bene la questione Ghoulam e la sua rieducazione, a destra prenderemo certamente qualcuno. Sto seguendo Luperto, decideremo a breve il suo futuro.

Centrocampo
Vedo Hamsik al posto di Jorginho, può farlo alla grande anche perchè ha bisogno di meno corsa. Ruiz può dare il meglio da mezz’ala, destra o sinistra cambia poco. Ma c’è anche Diawara che in cabina di regia può dare tanto.

Attacco
Ho giocatori che mi possono dare diverse soluzioni e farmi cambiare in corsa. Sono curioso di Milik che senza gli infortuni avrebbe già fatto il salto di qualità, con Mertens e Inglese in avanti siamo a posto. Poi possiamo fare tanto sulle ali, con Verdi e Insigne, ma anche con Callejon che è un giocatore più esterno che apre ad altre soluzioni. 

Cristiano Ronaldo
Viene in Italia uno dei giocatori più forti del mondo e sono convinto sia un bene. E’ un grande vantaggio per il nostro calcio, la Juventus diventa avversario ancora più forte ma ci sono anche altre squadre, tra queste Roma e Inter saranno competitor scomodi.

Novantuno punti
Una base importante, segno che si è lavorato benissimo. Ma magari ne basteranno 85 per poter raggiungere qualche traguardo importante

 

Intervento di De Laurentiis

Il presidente partenopeo non si è sottratto alle domande dei giornalisti parlando del colpo Ronaldo “spendibile a livello economico da parte di tutto il movimento calcistico italiano”, sulla vicenda Sarri “in dirittura d’arrivo, i nostri legali stanno limando le ultime cose” e sul colpo Jorginho del Chelsea “era ad un passo dal City, chiedo scusa a loro ma il volere del giocatore è importante”. Poi le amichevoli “dopo Liverpool, Borussia Dortmund e Wolfsburg avremo le idee più chiare su eventuali interventi last minute” e la voce Cavani, definita da “bar dello sport”. 

 

Commenti

DISQUS: