Tempo di lettura: 2 minuti

Napoli – Sciopero del trasporto pubblico locale, è subito Napoli appiedata. Già dalle 9,20 di questa mattina l’Anm ha annunciato la sospensione del servizio sull’intera tratta della linea 1 della metropolitana e delle funicolari di Mergellina, Montesanto e Centrale. Ancora attivo l’impianto di Chiaia, che dalle 9,30 effettua però soltanto le corse dirette. Dulcis in fundo, si fa per dire, lo stop ai servizi di comunicazione con il pubblico. Alla protesta hanno infatti aderito anche gli operatori del contatc center e dei social dell’azienda di via Marino. Insomma, un martedì decisamente da dimenticare per migliaia di cittadini che di colpo si sono ritrovati a dover fare fronte all’impossibilità di spostarsi.

La sciopero, che avrà una durata di 24 ore, è stato proclamato dai sindacati autonomi Usb, Orsa e Faisa Confail. Tra le motivazioni alla base della protesta la vertenza sulla riorganizzazione del lavoro e i miglioramenti economici, lo sblocco del premio di risultato, la disciplina della mobilità interna del personale. L’iniziativa dei sindacati autonomi, visti già i primi esiti della mattina e nonostante la garanzia delle fasce protette, sembra destinata a causare non pochi disagi ai napoletani. Senza dimenticare che stasera il Napoli giocherà al San Paolo contro il Genk per l’attesissima sfida di Champios. Raggiungere l’impianto di Fuorigrotta rischia per tanti di essere una missione a dir poco impossibile.